0 %

La parola FANAMBY vuol dire SFIDA in malgascio

LA NOSTRA SFIDA è quella di trovare un equilibrio fra l’uomo, le loro esigenze e l'ambiente, favorendo lo sviluppo del turismo nei posti isolati del Madagascar.

 

L'ONG FANAMBY è nata dalla volontà del suo fondatore di fare oltre che una classica conservazione. Circondato da una giovane squadra e multisciplinari, il Signor Rajaobelina a identificato i parchi naturali come aree per lo sviluppo sostenibile grazie all’elaborazione di progetti turistici a favore delle comunità, e legate alle attività di conservazione della biodiversità.

L'approccio di Fanamby è articolato attorno alla condivisione e allo scambio, rispetto alle comunità locali e alla valorizzazione del proprio e unico vantaggio.

I nostri progetti sono dei precursori di sviluppo. Stabiliamo un legame fra le comunità, il settore privato e le realtà riguardo alla conservazione della biodiversità. Questi tre elementi sono la base fondamentale della sostenibilità delle attività turistiche.

IL NOSTRO APPROCCIO INNOVATIVO DEL TURISMO SOSTENIBILE

 

I parchi nazionali, da noi gestiti, sono classificati “aree protette di categoria V” dall’UICN. In questi parchi troverete delle comunità le cui culture e tradizioni vi danno una idea delle diversità e della richezza dell’isola.

Queste attività di conservazione della biodiversità sono svolte con l’adesione e la partecipazione degli uomini e donne. La fauna e la flora non sono le uniche priorità.

Ma il miglioramento del tenore di vita e del benessere delle comunutà sono dei fattori predominanti che conducono a dei mezzi intelligenti e sostenibili per sfruttare i prodotti e i loro prodotti. Da Anjozorobe a Daraina, apprezzerete il savoir-faire delle comunità in termine di risicoltura e di trattamento della vaniglia (l’oro verde del Madagascar).

 

Le strutture turistiche sono gestite con e a beneficio delle comunità attraverso la creazione di lavoro, l’acquisto di input (prodotti orticoli locali), e il riversamento del percentuale dei ricavi e il reddito lordo operativo.

La comunità usufruisce altrettanto della competenza e del professionalismo del settore privato in materia di industria alberghiera e di marketing, grazie ad una sistema di delega di gestione. Infine, essa rimane interamente proprietaria del terreno, dell’intelaiatura e del sito svilupato. Per quanto riguarda l’ONG Fanamby, essa rimane il promotore del progetto.

L’attuazione delle attività turistiche nei parchi naturali ha consentito la creazione di attività creatrice di reddito, alternativamente con i problemi riccorente dello sfruttamento delle risorse naturali.